Crea sito

A bordo della Stella del Mattino – Recensione

A bordo della Stella del Mattino – Recensione

Nella Londra del ‘700 un vecchio ci racconta le sue memorie da marinaio della nave pirata, Stella del Mattino, che capitanata dal temuto George Merry infestava le acque del Mar dei Caraibi. Storie di lupi di mare.

Dopo il successo del volume IL LUPO DEI MARI, Riff Reb’s torna a raccontarci una storia dall’ambientazione marinaresca, adattando il romanzo A BORDO DELLA STELLA DEL MATTINO di Pierre Mac Orlan. Imperdibile per gli amanti del genere avventuroso.

Diciamocelo fuori dai denti, per chi ama il mare, per chi ama le graphic novel e per chi ama il fumetto di un certo spessore, A bordo della Stella del Mattino di Riff Reb’s edito dalla Kleiner Flug è uno splendido connubio da non farsi scappare.

Qui Reb’s torna a raccontarci una storia dall’ambientazione – ancora – marinaresca adattando il romanzo di Pierre Mac Orlan e che fa parte della trilogia di: Lupo di Mare (qui la nostra recensione) e Uomini in Mare (presto la nostra recensione). Le basi, sapientemente create, sono sempre le medesime e parlano di vita, morte e speranza e quanto il mare, con tutte le dinamiche che ne traggono i nostri avventurieri, possa dare ma nello stesso momento togliere.

Il mito della caduta ci spiega che l’Uomo e il Verbo caddero sulla terra, dove sono prigionieri, e che questo segna la nascita della Storia.”

In quest’opera potrete notare facilmente l’accumulo d’esperienza da parte dell’autore e del suo stile sempre unico, piacevole e interessante. Potrete notare i tratti ispirati da scrittori come, Defoe, Stevenson, Falker, Schowob e ovviamente Mac Orlan. Qual’è la sua particolarità? Che prende quell’esperienza e la fa sua! Non copia, non imita ne tanto meno si ferma nello svolgere il “compitino”. Assolutamente no! Come un sarto, si cuce addosso una storia, che seppur ripresa da un romanzo, rimane originale e la mette a disposizione di tutti noi.

“Signore Iddio, tenete gli uomini alla larga da questo luogo maledetto”

Già dalle prime pagine sarete totalmente immersi dal piacevole racconto. Un turbinio di memorie faranno capolino nella vostra mente e questo grazie anche all’impatto artistico, sempre opera dello stesso Riff Reb’s . Questa sensazione non sarà legata soltanto alle opere letterarie che trattano questo genere, come alcuni già nominati poco sopra, ma soprattutto al lato filmistico che hanno fatto la storia. Dall’Isola del tesoro diretto da Byron Haskin del 1951 a Franco, Ciccio e il pirata Barbanera del 1969 diretto da Mario Amendola, fino ad arrivare al Il corsaro dell’isola verde e, relativamente recente, al Pirati dei Caraibi.

Leggendo l’opera e ammirando i favolosi disegni, vi ritroverete a vivere un’avventura unica che, nello stesso momento, vi regalerà un’esperienza nel quale sarete irresistibilmente e completamente presi, rimanendone avvolti e catturati. Ironico, grottesco, drammatico e ricco di suggestioni. Questo e tanto altro è quest’opera targata Kleiner Flug.

A bordo della Stella del Mattino di Riff Reb’s vi lascerà senza fiato. Vi mostrerà i “denti”, il “cuore” e vi lancerà verso una straordinaria dimensione che da sempre, di base, affascina. La consapevolezza di un storia che vi condurrà su un ipotetico filo e in bilico, con la sensazione di cadere, vi meraviglierà.

VOTO

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine social su Facebook Playgamesitalia e su InstagramTwitter Telegram per non perdervi mai nulla!