Crea sito

Dark Luster 1 – Recensione

Dark Luster 1, L’oscurità si è risvegliata e si aggira fra noi.

Solo tenebre intorno a noi, ma nonostante questo riusciamo a vederli. Si nascondo nella tenebra con le bocche spalancate piene di bava colante, centinai di bestie, migliaia di mostri, ci osservano. Il loro unico scopo è divorarci l’anima.

Potrebbe essere un sogno, oppure un incubo, ma non è niente di tutto ciò.

Questo miei cari lettori è Drak Luster, l’intrigante opera del giovane fumettista Giulio Sciaccaluga.

“ Il destino di Shin è indissolubilmente legato alla creatura che infesta i suoi incubi ogni notte. Nel giorno del suo diciottesimo compleanno, vedrà il mondo che conosceva sprofondare a poco a poco nel terrore, tutto grazie all’incontro con una misteriosa ragazza dai capelli arruffati. Trovandosi ad affrontare orribili creature mutaforma chiamate Umbral, inizierà a scoprire i segreti nascosti nei meandri della sua anima e a combattere contro le forze oscure che tendono le trame dietro la creazione dell’Universo. “

Prima di parlare del fumetto sarebbe interessanti informarvi anche un pochino sul giovane fumettista che ci regala questa intrigante opera. Dopo alcuni vagabondaggi su internet qualche informazione è riuscita a venire fuori, ventisei anni, di Genova frequenta il Liceo Artistico e successivamente la Scuola Chiavarese del Fumetto. Non è un ragazzo che ama molto parlare di se anzi, vuole che siano le sue stesse opere a trasmettere il suo “io” a chi le legge, ha sempre avuto un particolare attrazione per i mostri e l’oscurità. Propensione che si comprende appieno durante la lettura della sua opera.

 La meraviglia dell’orrido.

Se ci fosse una frase per descrivere i disegni di questo primo volume sarebbe esattamente questa. Lo stile di disegno del nostro giovane autore è particolare e molto impuntato su orrende creature e sul creare un’atmosfera cupa in qualsiasi pagina di questo fumetto, il che lo rende fantasticamente intrigante. Partiamo subito con le note positive, il nostro ragazzo è un vero asso nel creare orrende creature succhia anima. Ogni mostro rappresentato in questo volume sarà spaventosamente terrificante e meravigliosamente brutto, tutti creati con la massima attenzione fin nei minimi particolari.

Non troverete una sola pecca in questi spaventosi mostri, assolutamente fantastici. Altra nota positiva nel disegno sta nella rappresentazione dei combattimenti, e preparatevi perché ce ne saranno parecchi in questo primo volume. Disegnare dei combattimenti è una cosa complicata, ci sono molte cose in ballo e spesso capita anche nei fumetti migliori che alcuni non siamo propriamente al meglio, basta poco per inciampare. Tanto di cappello invece per Sciaccaluga che è riuscito a mantenere un’andatura regolare e precisa.

Non adatto ai deboli di stomaco. Se non amate troppo il sangue, le interiora, i corpi martoriati, sbudellamenti e squartamenti, allora forse vi conviene lasciar perdere. Badate bene tutto quello splatter è una nota assolutamente positiva, non si possono avere orrendi mostri mangia  uomini senza un pò di corpi mezzi smangiucchiati e delle fantastiche budella calde e sanguinolente.

Per quanto quello citato in precedenza sia stupendo passiamo anche alla nota dolente. Le figure umane. Si vede la bravura del disegno e lo stile personale è parecchio evidente, di fatto le figure umane risultano nella maggior parte delle scene un po’ “allungate” e per quanto ci sia una bravura innegabile, i personaggi umani di questo fumetto sono disegnati con un sentimento diverso. Per quanto i nostri mostri siano in ogni scena disegnati con una passione quasi morbosa per arrivare alla perfezione, la figura umana è leggermente più trascurata.

La paura è l’ignoto, l’inspiegabile. La paura è il baratro dell’esistenza. La paura è un velo nero che copre una mente senza sogni. La paura è l’ultimo respiro dell’inconscio. La paura è una creature che si nutre di sentimenti, prosciugando il corpo dal suo stesso essere. La paura è l’ultimo respiro dell’inconscio. La paura è una creature che si nutre di sentimenti, prosciugando il corpo dal suo stesso essere. La paura non può dormire, la paura è sempre sveglia.

Siamo in un sogno, un incubo terrificante che ricopre solo le prime tre facciate del fumetto e saranno proprio loro che vi attireranno dentro i cupi tentacoli di questa storia, saranno quelle prime tre facciate a farvi dire: “Oh si, lo adoro!”

Questa atmosfera tenebrosa è popolata da orrendi esseri chiamati Umbral, mostri senza anima il cui unico scopo è divorare le anime altrui, divorando e uccidendo brutalmente gli esseri umani. Qui, in mezzo a tutto questo, conosciamo il nostro protagonista Shin e una bellissima e misteriosa ragazza che si rivela anche particolarmente essenziale in questo primo volume.

L’autore a badato bene a non rivelarci praticamente nulla sulla trama di questo fumetto, ma nonostante ciò notiamo subito il grande cliché della maggior parte dei protagonisti in questo tipo di storie:  adolescente, con evidenti problemi di depressione, vecchi scheletri nell’armadio e un turbolento legame con i genitori, grazie la cielo certi cliché per quante volte vengono usati rimangono sempre i più amati. A quanto pare a noi lettori piace vedere protagonisti sull’orlo del crollo mentale e con un passato al limite della crudeltà consentita.

L’autore ci mette in guardia, non solo il mondo di Dark Luster è popolato da creature che vanno oltre i nostri incubi più orrendi, ma al suo interno esistono cose che vanno oltre la conoscenza dei normali umani e di certo il nostro Shin è, ovviamente, molto di più che un’adolescente depresso con un passato difficile.

Dark Luster è un mondo di ombre pronto ad inghiottire ogni lettore nelle sue lingue di tenebra. Il primo volume ci lascia con la bocca arida e per quanta acqua beviamo siamo consapevoli che l’unico modo per dissetarci e sapere cosa succede dopo.

VOTO

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine social al Facebook Playgamesitalia e su InstagramTwitter Telegram per non perdervi mai nulla!!!