Crea sito

Dark Luster 2 – Recensione

Dark Luster 2 – Recensione

Ovunque il tuo sguardo cade li vedi, vengono fuori dalle tenebre più nere, con le fauci spalancate e la fame negli occhi spenti. Lo sai di non avere scampo, perché se un Umbral vuole la tua anima nulla può salvati. Aspetti la fine pregando che non sia doloroso, ma poi una luce ti acceca e l’Umbral giace morto, sopra di esso  con le armi ancora sguainate, una donna con un falce e un ragazzo in armatura con una spada d’orata.

Sempre attraverso Shockdom, casa editrice tutta italiana, il nostro giovane fumettista Giulio Sciaccaluga, ci porta il secondo volume della sua intrigante opera, Drak Luster

“L’apocalisse è cominciata. Un’orda di creature ripugnanti imperversa oramai in ogni strada della città, guidata da un’inquietante figura dagli occhi serpentini. Nel frattempo Shin apprende da Siska la vera natura del loro nemico, ma soprattutto di sé stesso. Mentre i due discutono, un Umbral coglie i ragazzi di sorpresa mettendo persino Siska alle strette, ma improvvisamente qualcosa si risveglia in Shin… un’imponente armatura e una spada scintillante sono ora misteriosamente in suo possesso. Chi è questo ragazzo in realtà?”

Non solo combattimenti.

Nel primo volume (qui la recensione del volume 1) il nostro giovane fumettista ci aveva deliziato con splendidi disegni, mettendo però da parte la trama del fumetto. Di fatto a parte presentare a grandi linee i personaggi tutto il numero si era incentrato sui combattimenti e sui mostri, mettendo così in risalto le fantastiche doti artistiche dell’autore.

In questo secondo volume invece non solo riusciamo ad avere una visuale della trama, ma l’autore decide di deliziarci con alcuni scorci sul passato dei personaggi, ci fa capire che abbiamo una linea narrativa che per quanto al momento risulti piuttosto banale, è ben pensata e studiata. Le spiegazioni sono affidate alla bella Siska, spiegazioni  però che non durano molto, perché lasciano presto spazio alla dinamicità di altri combattimenti, rendendo così il tutto leggermente troppo frettoloso. L’autore sembra quasi impaziente di far combattere i suoi personaggi contro i mostri terrificanti che lui predilige.  

Finalmente quindi possiamo dare una bella occhiata alla linea narrativa di questo fumetto e per quanto sembri promettere bene in questo secondo volume la trama è ancora piuttosto comune, il giovane protagonista che scopre di possedere dei potenti e speciali poteri, scopre anche che esiste un grosso, brutto e super cattivo antagonista che vuole distruggere il mondo e che va sconfitto,  lui ovviamente è li proprio per questo. In mezzo a tutto questo, il punto centrale di questo fumetto è proprio Shin, la scoperta dei poteri e il suo utilizzo, ogni passaggio del fumetto è fatto esattamente su misura per permettere al nostro protagonista di esporci ciò che è in grado di fare e per portare sotto i riflettori il suo coraggio nascosto.

“Il coraggio bruciava nel suo petto.  Una candela vigorosa accesa durante una notte eterna. Il coraggio inseguiva il suo sogno, anche se esso si trovava sul fondo dell’abisso. Il coraggio accettava la sua ombra,  pur sapendo che essa sarebbe stata sempre alle sue spalle.Un cuore coraggioso vincerà sempre contro la paura, ma la paura non abbandonava mai il suo cuore. Solo quando sentirà il freddo abbraccio della morte egli potrà dire di avere avuto coraggio.”

Non siamo nemmeno all’inizio.

Nel frattempo negli spiragli lasciati liberi, possiamo continuare a conoscere il mondo creato da Sciaccaluga che si rivela piuttosto interessante. In questo mondo dark fantasy infatti tutto accade sotto gli occhi terrorizzati degli esseri umani che non posso fare altro che cercare di sopravvivere con tutte le forze che hanno. Nelle storie fantasy con ambientazione moderna, spesso capita di vedere eroi che combattono contro mostri e demoni, e nella maggior parte delle volte per un motivo o per un altro gli umani non sono in grado di vedere.

La scelta di far partecipare la popolazione umana al terrore della battaglia contro gli Umbral rende tutto molto più terrificante e verosimile, una piccola chicca che rende il tutto meno banale, anche se visto che siamo solo al secondo volume non è detto che banale sia una cosa negativa, in futuro potrebbe stupirci con fantastici colpi di scena e risvolti inaspettati.

Nell’ambito del disegno è molto diverso rispetto al primo volume, qui di fatto nonostante l’alta presenza di combattimenti abbiamo una minore concentrazione di mostri spaventosi. Qui l’autore si ritrovare a disegnare per la maggior parte figure umane e di fatto si nota una certa differenza rispetto al primo volume, la figura umana è molto più precisa. Un’altra novità sono le fantastiche armature, nel primo volume appare la mezza armatura di Siska, che però risultava parecchio striminzita, qui invece possiamo ammirare la fantastica e lucente armatura di Shin che mette in mostra di nuovo le grandi abilità artistiche del nostro autore. I pochi mostri che vengono mostrati sono sempre perfetti e terrificanti, su questo credo che non dovremmo mai preoccuparci.

Il secondo volume di Dark Luster quindi, più che il vero inizio di trama si presenta come la seconda parte di una grande presentazione, che ci porterà poi finalmente al vero inizio di questa intrigante storia con il terzo volume in arrivo e purtroppo per noi l’unica cosa che possiamo fare è aspettare.

VOTO

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine social al Facebook Playgamesitalia e su InstagramTwitter Telegram per non perdervi mai nulla!!!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.