Crea sito

DreamHack acquisisce UKLC Regional League of Legends Competition

DreamHack gestirà la stagione del prossimo anno della UKLC, la competizione regionale della League of Legends per il Regno Unito e l’Irlanda.  La competizione è stata gestita dall’operatore spagnolo di Esport LVP nella sua stagione inaugurale, tuttavia, la società sta cessando le sue attività nel Regno Unito. DreamHack continuerà anche a gestire il Campionato nordico mentre lavorerà con Riot Games per fornire un “sistema regionale più solido” per il mercato.

La società DreamHack di sport ed eventi di gioco assumerà la gestione della UKLC ; la competizione regionale ufficiale della League of Legends per il Regno Unito e l’Irlanda. A partire dalla divisione di primavera di febbraio, la competizione includerà otto squadre e un montepremi di £ 60K GBP ($ 78,8K USD), con piani di lancio di un “nuovo ecosistema” per la regione nella divisione estiva. 

Le prime due divisioni stagionali della UKLC sono state gestite da LVP quest’anno. Tuttavia, Esports News UK ha riferito che la società spagnola avrebbe cessato le proprie attività nel Regno Unito, con Mo Fadl, responsabile della pubblicazione di Riot Games nei Paesi nordici, confermando in seguito che i due non avrebbero collaborato per il secondo anno di UKLC

Nel suo primo anno, la UKLC ha cercato di distinguersi dalle altre leghe regionali europee (ERLdella League of Legends con nove squadre e un formato da “campione della torre”. In un debriefing pubblicato a settembre , è stato affermato che la lega sarebbe passata a otto squadre e un tipico doppio round-robin per il 2020. 

L’annuncio di oggi ha anche confermato che due squadre dell’accademia della League of Legends European Championship (LEC), Fnatic Rising ed Excel UK , rimarrebbero in competizione, con altri concorrenti ancora da annunciare. 

Inoltre, DreamHack continuerà a gestire il campionato nordico per la primavera 2020. In passato, due squadre dei cinque paesi nordici si sono qualificate per questo ERL posizionandosi al primo e secondo posto nella rispettiva lega nazionale. Il prossimo anno, le squadre si qualificheranno direttamente, a condizione che abbiano tre residenti nordici nel loro elenco. 

Come i campionati nazionali, queste qualificazioni saranno gestite in collaborazione con Challengermode . Il campionato stesso sarà caratterizzato da otto squadre e un montepremi di 200K SEK ($ 21,2K). 

DreamHack presenterà anche nuovi cambiamenti per il mercato degli Esports della Nordic League of Legends nel marzo 2020. Storicamente la regione ha fornito alcuni dei migliori talenti globali del gioco; tra cui due giocatori danesi per i finalisti dei Mondiali 2019 G2 Esports e un giocatore svedese di lunga data per Fnatic , Martin RekklesLarssonDreamHack ha anche ospitato il primissimo campionato mondiale League of Legends al suo evento del festival invernale nel 2011. 

Sia UKLC che il Nordic Championship verranno riprodotti online e trasmessi dallo studio DreamHack di Stoccolma. I grandi finalisti di entrambi gli ERL suoneranno dal vivo in studio, il 29 marzo.