Crea sito

Altri due eventi Esport verranno sospevi a causa del Coronavirus

Altre due entità di Esport hanno smesso di giocare in Cina. Sia la PLAYERUNKNOWN’S BATTLEGROUNDS Global Series (PGS) che la League of Legends Pacific Championship Series (PCS) hanno deciso di sospendere indefinitamente le rispettive competizioni in Cina a causa dell’epidemia di Coronavirus nella regione.

PUBG Corp. ha fatto il suo annuncio su PGS e Cina via Twitter:

A causa delle preoccupazioni per la salute che circondano il Coronavirus, abbiamo deciso di rimandare le qualificazioni cinesi fino a nuovo avviso. La nostra prima priorità è la sicurezza dei nostri giocatori, personale e fan. Vi ringraziamo per la comprensione e forniremo ulteriori informazioni in un secondo momento.

Il PCS ha annunciato tramite la sua pagina Facebook che aveva anche deciso di interrompere il gioco competitivo in Cina: 

Alla luce del nuovo focolaio di coronavirus e del suo sviluppo nella nostra regione, abbiamo deciso di posticipare l’avvio dei PC nell’interesse della sicurezza e del benessere dei nostri giocatori e squadre. Tra le altre considerazioni, diversi membri del personale operativo, così come il personale del team, sono stati interessati da restrizioni di viaggio che sono state implementate per mitigare la diffusione del virus. A tutti i fan, ci scusiamo per questo ritardo e condivideremo gli aggiornamenti sul programma il prima possibile. Per favore, stai al sicuro e protetto e ti ringraziamo per il tuo supporto!

Questi due arresti si susseguono a seguito di precedenti annunci fatti a gennaio, che hanno visto la finale del World Electronic Sports Games (WESG) APAC Grand FinalCrossFire Professional League (CFPL), CrossFire Mobile League (CFML), League of Legends Pro LeagueLPL ), e League of Legends Development League (LDL) annullano tutti il ​​gioco competitivo in Cina a causa di problemi di salute.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.