Crea sito

Heavenly Delusion vol. 1 – Recensione

HEAVENLY DELUSION 1

Heavenly Delusion vol. 1 – Recensione

Finalmente, in Italia grazie alla Star comics, arriva l’opera di Masakazu Ishiguro, intitolato Heavenly Delusion. L’edizione italiana è un brossurato formato più grande del tankobon tradizionale arricchita da una sovraccoperta e dal costo di ‎€ 6,90 per totale di 224 pagine.

In patria, l’opera è intitolata Tengoku Daimakyou e viene edito dalla Kodansha e pubblicato su Afternoon. La serializzazione inizia nel 2018, l’autore Ishiguro, dopo una serie di opere auto conclusive editati in volumi singoli, ha scritto un altro manga in 16 volumi che in Italia conosciamo come: Eppur… la città si muove! che, ahimè nel nostro Bel Paese, è stata interrotta alla terza uscita.

Ma prima di immergerci totalmente in Heavenly Delusion, è doveroso ricordare che è stato presento da Star Comics al Free Comic Book Day 2019. Ma andiamo al sodo.

Dentro a una struttura dotata di un’area verde e completamente cinta da mura sono ospitati dei ragazzini. Durante una verifica, Tokio riceve un fugace messaggio che recita: “Vorresti andare all’esterno dell’esterno?”, e da quel momento comincia a chiedersi come sia quel mondo sconosciuto che inizia appena oltre i confini della struttura.

Dall’altra parte, fuori, Maru e Kiruko, impegnati in una quotidiana lotta per la sopravvivenza in ciò che resta del Giappone, sono alla ricerca del “paradiso”. Tokio e Maru sono identici nell’aspetto, eppure sembrano non conoscersi affatto. Quale sarà il loro legame? I loro destini saranno destinati a incrociarsi? E cosa nasconde l’avvenente ma mascolina Kiruko?

Un’avventura intensa, coinvolgente e drammatica che strizza l’occhio alle opere del maestro Otomo, premiata dalla prestigiosa rivista “Kono manga ga sugoi!” come miglior fumetto per ragazzi del 2019.

Heavenly Delusion è un’opera che vi accompagnerà all’interno di un’avventura vissuta in un mondo dispotico e post-apocalittico con due storie parallele. Da una parte, troverete alcuni studenti dotati di particolari abilità, che vivono in una sorta di istituto totalmente isolato dall’esterno, l’altra è ambientata all’esterno tra le rovine di quello che sembra il Giappone contemporaneo. Due ragazzi, Maru e Kiruko, viaggiano alla ricerca di un posto soprannominato, Paradiso.

Tra insolite somiglianze da fare invidia a qualsiasi coppia di gemelli omozigoti, mostri antropomorfi, professori robot, strani simbolismi, piccole sotto trame inerenti alla sessualità con scene di nudità esplicita e di amore omosessuale e – soprattutto – tanti oscuri misteri, Heavenly Delusion entra con forza tra letture da leggere assolutamente. Una travolgente storia misteriosa e affascinante.

Ci sono un sacco di domande che potreste pensare in questo momento e arrivati a questo punto della recensione: quale Paradiso cercano alcuni protagonisti? Il mondo è davvero distrutto all’esterno? Perché Tokio e Maru sono così simili? Sono dei cloni? Qualcos’altro? Cosa sono quei mostri? Cos’è successo al mondo? E potrei andare avanti ancora per molto, credetemi. Ovviamente man mano che la storia andrà avanti, avremo sicuramente maggiori informazioni e quindi più esclamativi e meno interrogativi!

Dalle atmosfere molto cool in stile quasi alla “Last of Us” e con un focus sui vari personaggi ben delineati, la forza di Heavenly Delusion, risiede proprio in questa configurazione di schemi narrativi che s’intrecciano in maniera misteriosa. Questo modus operandi, inevitabilmente, fa porre molte domande colpendo l’interesse e stuzzicano l’appetito. Un entusiasmare il proseguo con la grandissima voglia di leggere il secondo volume.

I disegni che troverete in Heavenly Delusion non sono impressionanti in quanto tecnicismi realizzativi, infatti il tratto di Ishiguro è molto semplice, ma efficace ed espressivo. Ma nonostante la loro semplicità sono molto curati nei dettagli e tendenti al realismo. L’accentuare con un chiaroscuro le scene più intime e delicate rendono alcuni momenti veramente armoniosi.

In conclusione, questo primo volume di Heavenly Delusion è sicuramente molto interessante. Una matassa intrinseca di mistero che si intreccia anche attraverso dei parallelismi di temi dai tratti sociali anche odierni, questo nonostante si tratti post-apocalittico seinen.

I ritmi tra le due vicende sono ben diversi e se da una parte troverete una certa “lentezza” voluta al fine narrativo, dall’altra avrete una galoppante cadenza. I disegni seppur possono sembrare semplici, sono molto adeguati e dettagliati. Sicuramente ci aspettiamo grandi cose dai prossimi volumi e pertanto possiamo sicuramente sperare in numerose ed incredibili avventure condite con emozionanti colpi di scena.

VOTO

(compralo su Amazon.it vol 1)

  • HEAVENLY DELUSION 1

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine social Facebook  e InstagramTwitter Telegram per non perdervi mai nulla! Playgamesitalia

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.