Crea sito

Kengan Ashura 4 – Recensione

Kengan ashura - Recensione 4- Setsuna Kiryu nella copertina del manga.

“In Kengan Ashura 4 : Il torneo di annientamento sta per iniziare. Intanto Ohma Tokita deve vedersela con Setsuna Kiryu, il lottatore della rinomata accademia Kouou: fondata nel 33° anno dell’era Meiji, vanta un record di 577 vittorie e 189 sconfitte negli incontri Kengan…”

Questo mese siamo giunti al volume di Kengan Ashura 4, ci stiamo pian piano addentrando nel clou della trama.

Possiamo osservare un’altra copertina con un’altrettanto allettante sottocopertina in cui i mangaka, come al solito, propongono un disegno abbastanza ecchi per il genere. Come personaggio Cover questa volta troveremo Kiryu Setsuna, lottatore che avrà una certa importanza nella storia di questo volume.

Impareremo a conoscere meglio quest’ultimo in quanto sarà di certo uno degli antagonisti principali del manga, scoprendo infatti che sembri essere ossessionato da Tokita al punto di diventare il suo stalker, per un motivo ben preciso.

Tra i capitoli troveremo anche una sua scheda dettagliata con un commento dell’autore sul design di uno dei più terrificanti stalker che la storia abbia mai visto, con rispettivi sketch.

In questo volume vedremo iniziare il viaggio dei nostri combattenti verso il torneo. Un campionato composto da 33 partecipanti, di cui 28 subito selezionati per la loro importanza e cinque presi dopo una tutt’altro che lunga fase preliminare di scontri tra i 150 che vogliono superare.

Non mancheranno alcune sorprese, con l’apparizione di vecchie conoscenze già viste precedentemente. Inoltre, inizieremo a scavare lentamente nel passato del protagonista, provando a capire le vere ragioni recondite che lo hanno portato a fare la scelta di partecipare a tutto questo.

Ma in realtà ciò ci lascerà più domande che risposte, scopriremo magari in seguito la verità. Faranno l’apparizione anche nuovi personaggi eccentrici (di cui molti rimarrano ancora nell’ombra) e alcuni già con i loro scopi segreti. Cosa tramano realmente i vari presidenti delle aziende?

I Disegni sono molto ben fatti gli effetti delle dislocazioni e delle frantumazioni di ogni osso. Notiamo anche che molti combattenti sono ispirati a lottatori che troviamo nella realtà, come per esempio Mike Tyson. Gli sfondi sempre più accurati nelle poche tavole in cui sono stati realizzati.

In conclusione, Kengan Ashura 4 prosegue come prefissato nello stile – perfetto – del manga. Si susseguono combattimenti su combattimenti per non annoiare mai. Non è un caso infatti che si legge veramente bene. Dai disegni belli e dinamici fino ad arrivare agli scontri molto adrenalinici.

VOTO

LEGGI ANCHE LE RECENSIONI DEI VOLUMI PRECEDENTI!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.