Crea sito

League of Legends Worlds 2019: gli sponsor

I campionati mondiali di League of Legends sono stati scarsi per la maggior parte della sua storia di nove anni in termini di sponsor. Nonostante sia una delle più grandi proprietà di Esports, Riot Games ha firmato il suo primo partner globale, Mastercard, nel 2018, ma è stata anche una delle offerte più redditizie e di alto profilo degli Esports fino ad oggi.

Diamo un’occhiata agli sponsor di League of Legends Worlds 2019

Ora sette marchi commerciali prestano i loro loghi alle trasmissioni della competizione, con Louis Vuitton che offre ulteriore supporto nella musica e nei media che circondano il torneo.

Naz Aletaha, capo delle partnership globali per Riot Games, ha affermato che la società era stata deliberatamente strategica negli anni in cui e come ha portato i partner. I marchi con cui alla fine ha scelto di collaborare hanno avuto la necessità di dare priorità all’esperienza dei fan.

Periodo, punto fermo, questa è la cosa più importante per noi quando si tratta di partnership

L’accordo con la Mastercard, che è stato il primo a coprire non solo i campionati mondiali, ma tutte le competizioni internazionali per il gioco, era in preparazione da due anni.

Volevamo farlo nel modo giusto e non abbiamo mai fatto una partnership a livello globale, a quella scala e portata prima. Sapevamo che il primo avrebbe creato un precedente.

Quel precedente è andato oltre i semplici posizionamenti del logo. Ogni partner globale non solo ha acquistato l’inventario commerciale durante le trasmissioni dei Campionati mondiali di quest’anno, ma quasi tutti hanno fornito esperienze fisiche ai fan come parte del “villaggio di Esports” situato vicino all’Hôtel de Ville (municipio) di Parigi.

MasterCard

Trasmissione: posizionamento del logo rotante, presentando il partner per la cerimonia di apertura delle finali e il momento di gioco “Gold Difference“.

Esperienza pop-up: diritti di denominazione di “Mastercard Nexus”, braccialetto per i fan che raccolgono punti attraverso acquisti di eventi per riscattare successivamente la valuta di gioco di League of Legends.

Jeannette Liendo, SVP di Mastercard per il marketing e le comunicazioni in Europa, ha dichiarato:

Siamo una società tecnologica, piuttosto che una società di servizi finanziari, in quanto tale, siamo sempre alla ricerca di proprietà digitali.

Con gli Esport, abbiamo investito tempo per capire veramente cosa guida l’impegno dei fan in modo da aggiungere valore alla loro esperienza, al momento giusto e nel posto giusto. Ad esempio, abbiamo creato un nuovo handle personalizzato (@MastercardNexus) per i nostri fan di League of Legends in modo che possano trovare contenuti, notizie e offerte in modo rapido ed efficiente.

State Farm

Trasmissione: posizionamento del logo in rotazione, pubblicità, diritti di denominazione per l’analista sulla trasmissione in lingua inglese.

Esperienza pop-up: non presente.

Alienware

Trasmissione: posizionamento logo rotante, pubblicità, partner di presentazione per “Champion Select“.

Esperienza pop-up: stand che offre incontri uno contro uno per i partecipanti (utilizzando gli stessi PC delle competizioni professionistiche) e omaggi.

Secretlab

Trasmissione: posizionamento logo ruotante, pubblicità, sedia da gioco in edizione limitata con marchio Worlds.

Esperienza pop-up: stand che offre opportunità fotografiche con i trofei dei tornei e i prodotti Secretlab. I fan che taggano le foto sui social media possono farle stampare allo stand.

OPPO

Trasmissione: posizionamento del logo in rotazione, pubblicità, partner di presentazione del premio MVP, OPPO Cam (filmati dietro le quinte girati sui telefoni cellulari OPPO) e Benvenuti nel segmento riflettori del team Rift.

Esperienza pop-up: stand che incoraggia i partecipanti a fare selfie in vari punti di riferimento parigini; le foto taggate sui social media le inseriranno in un’estrazione a premi.

Mentre questo è il primo accordo specifico di League of Legends per il marchio di telefonia cinese, OPPO è anche uno sponsor del World Champions FunPlus Phoenix del 2019 e collabora con Tencent Games per organizzare eventi relativi ai giochi di telefonia mobile PUBG Mobile , Arena of Valor e Onore dei re .

Un portavoce di OPPO ha dichiarato:

OPPO è un marchio globale, per soddisfare le esigenze dei nostri utenti globali. L’impegno a lungo termine di OPPO nei confronti del settore ci consente di interagire meglio con la base di giocatori in crescita dei maggiori Esport del mondo.

Va notato che la partnership di OPPO non si estende ancora ai prossimi giochi per cellulari di Riot: Teamfight Tactics , Legends of Runeterra e League of Legends: Wild Rift.

Red Bull

Trasmissione: posizionamento logo ruotante, pubblicità, partner di presentazione per il momento di gioco “Baron Power Play“.

Esperienza pop-up: stand con il Red Bull Player Un marchio: una serie di tornei amatoriali uno contro uno.

ASCIA

Trasmissione: posizionamento del logo in rotazione, pubblicità, partner di presentazione per i replay della competizione.

Esperienza pop-up: stand con scanner digitale 3D: consente ai fan di caricare una versione digitale di se stessi in Summoners Rift.

Oltre a queste attivazioni, c’è stata una partnership specifica per l’evento con Louis Vuitton. Questo non includeva solo una custodia da viaggio per trofei su misura per la Summoners Cup, ma Nicolas Ghesquière, direttore artistico delle collezioni femminili di Louis Vuitton, ha creato un set di skin di personaggi in-game, basate su un gruppo fittizio hip-hop nell’universo del gioco, chiamato True Damage .

Mentre Epic Games ha collaborato con Marvel e la NFL per creare eventi e download nel suo titolo Fortnite , la storia e le tradizioni espansive di League of Legends hanno frenato tali collaborazioni nel gioco.

Aletaha, parlando in modo specifico dell’integrazione del marchio all’interno del gioco, ha dichiarato:

Penso che ci sia una linea. Vogliamo davvero creare momenti personali nei nostri contenuti e nella nostra trasmissione che possano essere completamente attribuiti ai nostri partner.

Quest’anno, per la prima volta, abbiamo lavorato con un marchio di terze parti per mettere il loro marchio nel gioco stesso e quel marchio era Louis Vuitton. Apprezzano la creatività e il design tanto quanto noi. [True Damage] porta i nostri campioni nel mondo reale, per così dire. Per questo motivo, ha senso intuitivamente che potrebbero esserci marchi del mondo reale che indossano quei campioni.

A proposito di abbigliamento, lo stand della merce è stato fornito di articoli esclusivi realizzati per i Campionati del mondo. Tuttavia, mancava un elemento chiave. I fan potevano comprare le maglie per il finalista G2 Esports e il collega team europeo Fnatic – entrambi i quali avevano cabine pop-up nel villaggio degli Esports – ma il nuovo campione, FunPlus Phoenix, non si trovava.

Aletaha ha detto:

Cerchiamo davvero di infilare l’ago quando si tratta di fondersi in occasione di eventi globali, e ciò che intendo è che vogliamo assicurarci di non impedire ai team di essere in grado di commercializzare il loro abbigliamento.

Penso che aspiriamo ad avere un’offerta merch a livello di squadra in occasione di eventi globali. Non ci siamo ancora arrivati, ma speriamo di risolverlo

Ciascuna delle competizioni regionali di League of Legends 13 ha diversi modelli di business per l’abbigliamento intorno alle loro squadre. Ad esempio, Nike è impegnata in un accordo di sponsorizzazione di quattro anni con la League of Legends Pro League (LPL) della Cina , mentre la League of Legends Championship Series (LCS) nordamericana produce merchandising con We Are Nations, marchio Esports .

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.