Crea sito

Moby Dick – Recensione

Oggi vogliamo parlarvi di romanzi, in particolare di Moby Dick. A fumetti. Ebbene si, a fumetti. Il celebre romanzo scritto da Herman Melville è stato riproposto dalla casa editrice italiana Kleiner Flug, in un grande formato brossurato.

Troviamo a riadattare la sceneggiatura Olivier Jouvrey e a collaborare artisticamente Pierre Alary.

Che dire, ancora una volta la Kleiner Flug ci propone romanzi che hanno fatto la storia, ma sotto forma di fumetto. Questo può essere anche un buon modo per leggere e conoscere i romanzi più celebri e conosciuti sul nostro pianeta.

La Kleinr Flug ci presenta cosi il volume:

“Ismaele è un ragazzo americano che ama l’avventura e un giorno decide di lasciare la sua casa allo scopo di iniziare un viaggio per mare. Si reca nel porto di Nantucket per cercare la nave adatta al suo viaggio. Prima di salpare incontra un polinesiano di nome Quiqueg con cui stringe amicizia; i due decidono di salpare assieme sulla nave Pequod comandata dal capitano Achab…”

Questa è la storia della balena più famosa del mondo, la temibile Moby Dick. Ci troviamo sulla nave Pequod, che sta per partire per andare a caccia di balene. La storia segue vari personaggi che si trovano su questa nave per  motivazioni diverse. Ismaele, ex marinaio della marina mercantile che vuole partire per trovare la sua strada nel mondo. Quiqueg, indigeno che è anche erede al trono del suo popolo, ma che si trova in città perché vuole conoscere l’uomo bianco. Starbuck, primo ufficiale che è salito sulla nave per poter raccogliere più olio possibile, cosi da poter incassare molto denaro per la sua famiglia. Infine, c’è il Capitano Achab, uomo che ha avuto già il suo incontro con la temibile balena bianca.

Quindi si parte per questa avventura, di cui il Capitano ne fa quasi una ragion di vita, perché vuole trovare ad ogni costo quella balena per poterla uccidere. Questo comporterà delle scelte che avrenno delle conseguenze.

Questa è una storia ricca di avventura ma anche ricca di storia, però non vogliamo dirvi nulla di più e quindi vi lasciamo alla lettura dell’opera.

Cliccando QUI, potrete leggere le nostre recensioni delle altre opere targate Kleiner Flug.

Analizzando la sceneggiatura, Olivier Jouvrey, riesce a racchiudere in poco più di 100 pagine l’essenza del romando scritto da Melville. Infatti, vivrete un esperienza che ha un inizio ed una fine, passando per momenti di riflessioni ma anche per momenti molto forti e ricchi di avventura. Il ritmo della narrazione riesce a cambiare di pagina in pagina. Inoltre, quest’opera può essere vista anche con uno sguardo storico nei confronti del nostro passato come genere umano. Questo perché si partiva con queste navi per poterne prendere il grasso e farne olio, che veniva utilizzato per illuminare le case .

Artisticamente, Alary, ci pone davanti delle tavole caratterizzate da un tratto non definito, ma ci troviamo davanti un tratto veloce, in alcuni punti quasi spigoloso. Infatti la caratterizzazione dei personaggi è molto più accentuata su quelli che sono i personaggi principali, ma viene meno sul resto. Tutto questo, viene compensato dall’uso di tonalità diverse di colore. L’autore, completa ogni tavola grazie all’utilizzo delle ombre. Questo si amalgama bene alla storia, in quanto riesce ad esprimere al massimo le emozioni che stanno vivendo i personaggi in quel preciso momento: rabbia, paura, angoscia

Complessivamente, ci troviamo davanti una buona sceneggiatura che è allo stesso tempo accattivante ed è interpretata altrettanto bene nel lato artistico. Questo è reso possibile grazie al fatto che il mezzo di divulgazione dell’opera sia diverso. Questo rende il prodotto finale molto completo sotto ogni punto di vista.

VOTO

(compralo su Amazon.it)

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine social Facebook  e InstagramTwitter Telegram per non perdervi mai nulla! Playgamesitalia

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.