Crea sito

Nailbiter 6: Verità insanguinata – Recensione

Oggi, concludiamo il percorso iniziato qualche settimana fa, alla scoperta di Nailbiter, opera creata da Joshua Williamson e Mike Henderson. Questa serie è stata pubblicata negli States dalla Image Comics. In Italia, la serie è stata raccolta in sei volumi brossurati dalla casa editrice Saldapress.

La storia s’incentra su una città in particolare, Buckaroo, colpevole di aver dato i natali a svariati serial killer che hanno afflitto e flagellato la nazione. Qui impareremo a conoscere i protagonisti di questa storia, che sono l’agente Finch del FBI, lo sceriffo Crane e il serial killer, il Mangiaunghie. Andando avanti nella storia, conosceremo altri personaggi che andranno ad infittire la trama.

Prima di comiciare con la recensione, vediamo che ci presenta il volume la Saldapress:

“Buckaroo, in Oregon, ha dato i natali a molti famigerati serial killer, ma il peggiore è senza dubbio il Mangiaunghie. Possibile che proprio lui abbia una figlia di cui nessuno sapeva nulla? Possibile che le ricerche di Alice per scoprire la verità sulle proprie origini possano condurre a scoprire la verità su Buckaroo e su quella inspiegabile concentrazione di killer seriali?
Il nuovo capitolo di uno dei thriller-horror più acclamati dalla critica e dal pubblico. Un capitolo decisivo, in attesa dell’ultimo e sorprendente ciclo di storie.“

Prima di cominciare, vi consigliamo di andare a recuperare le recensioni precedenti, cliccando QUI.

Siamo arrivati alle battute conclusive di questa serie, che ci ha accompagnato in questo periodo. Ci eravamo lasciati con la cattura di Finch da parte del Padrone. Tutto in città sembrava essere tornato alla normalità, fino a quando Il Mangiaunghie viene sparato in mezzo alla strada. Poco dopo anche l’agente Crane, viene colpita dalla Barker, oramai fuori di se. Quindi Alice che da poco aveva appreso chi fossero i suoi genitori, si trova in questa situazione. E’ l’inizio della fine: la città da li a poco non esisterà più. Tutta la famiglia viene rapita, proprio dal Padrone, che li porterà nei sotterranei. Qui si ritrovano faccia a faccia, con colui che architettato il tutto. Colui che ha tirato le fila per decenni. Ma non vogliamo spoilerarvi nulla sul gran finale, quindi lasciamo a voi il piacere di scoprire la verità.

Che dire, Joshua Williamson, anche in questo ultimo episodio non ha lasciato nulla al caso, anzi, è riuscito ad alzare ancora di più il livello della trama e la qualità complessiva della storia. Anche questa volta, ci troviamo davanti ad una storia che non si perde in troppi fronzoli, ma che punta direttamente al suo scopo: conoscere la verità su questa città. I ritmi, di questo episodio cominciano più pacati rispetto agli altri volumi, ma andando avanti nella storia, si alzano esponenzialmente, fino alle conclusione finali.

Mike Henderson, anche in questo ultimo volume crea dei disegni che sono la diretta interpretazione della visione creata dallo scrittore. Naturalmente, i colori che dominano questa pagine sono sempre quelli scuri, di un fumetto horror. Non manca il sangue anche in questo episodio, come di consueto. Braccia tagliate, esplosioni e morte , sono oramai parte integrante dell’opera Complessivamente, non si può dire nulla, i disegni sono sempre ben fatti ed all’altezza dell’opera.

Avranno trovato risposta tutte le domande che affliggevano i nostri protagonisti? Avranno scoperto la verità?

Analizziamo ora complessivamente l’opera, la serie per intero. Joshua Williamson, è riuscito a creare un seria con una trama ben elaborata fin dall’inizio. Non ha lasciato nulla al caso, anzi, vediamo come i pezzi del puzzle alla fine vadano al loro posto da soli. Questo da alla storia una notevole fluidità, regalando un’esperienza di lettura completa dall’inizio alla fine. Tutto questo viene accompagnato dai disegni di Mike Henderson, che riesce ad esprimere al meglio la visione dello scrittore. Naturalmente, va detto che la sua mano si vede, grazie ai personaggi altamente caratterizzati e tutti totalmente diversi l’uno dall’altro.

Un opera da leggere, sia per chi è appassionato del genere ma anche per chi, magari, vuole provare qualcosa di diverso.

Inoltre, vi facciamo notare che in questo sesto volume edito da Saldapress è presente il crossover di Hack/ Slash – Nailbiter. Ulteriore, storia che mette a confronto i personaggi del mondo si Hack/Slash con i personaggi del mondo di Nailbiter.

VOTO VOLUME
VOTO SERIE

(compralo su Amazon.it)

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine social Facebook  e InstagramTwitter e Telegram per non perdervi mai nulla! Playgamesitalia