Crea sito

Odessa Vol.1-6 – Recensione

Oggi, noi di PlayGamesItalia, vi proponiamo la recensione di un prodotto relativamente nuovo nel panorama italiano: Odessa.

Questa serie a fumetti è edita dalla Sergio Bonelli Editore, e si pone come un fumetto diverso dai soliti canoni della suddetta casa editrice, pur mantenendo i valori che essa vuole trasmettere tramite i suoi albi a fumetti.

Odessa, nasce come una serie scienze-fantasy, creata da Davide Rigamonti e Mariano De Biase e supervisionata da Antonio Serra.

Come già detto in precedenza, oggi vi proporremo la recensione del primo ciclo narrativo di storie di Odessa. Ma prima di cominciare: Cos’è Odessa?

Ecco cosa ci dice la Bonelli a riguardo:

‘’ Giorno della Fusione: così è stato chiamato il momento in cui l’astronave Serraglio 457 – un’unità di deportazione della flotta degli Ignoti (misteriose e potentissime creature che dominano l’universo) – ha abbandonato il continuum spazio-temporale per fondersi con la città di Odessa.
Ora, centinaia di specie aliene coesistono con gli umani sotto la cupola cronostatica protettiva, uno scudo invalicabile generato dall’astronave per nascondersi alla vista degli Ignoti. Per farlo, il dispositivo ha creato una discrepanza temporale tra interno ed esterno della cupola: dentro sono trascorsi oltre vent’anni dal momento della Fusione; fuori, soltanto pochi millesimi di secondo (quindi, oltre la cupola, è come se lo straordinario evento non fosse ancora avvenuto). Purtroppo, il trucco non durerà in eterno e quando la cupola verrà meno, gli Ignoti giungeranno sulla Terra – un quadrante dello spazio ancora fuori dai loro localizzatori – per recuperare ciò che gli appartiene. Mettendo in pericolo l’intero pianeta.’’

Tutto parte dal Giorno della Fusione, quando una nave aliena, la Serraglio 457, si fonde con una città in Ucraina, Odessa. Da qui hanno inizio la nostra storia. Yakiv, è un ragazzino al tempo della Fusione, e quando questa accade si fonde per metà con un alieno telepate, Mozok. Questo darà al ragazzo, un progetto per costruire un arma che dovrà essere utilizzata per combattere contro gli Ignoti, coloro che possedevano la nave aliena. Entità aliena, che possiamo considerare dei conquistatore dei mondi.

Al fianco di Yakiv, troviamo una ragazza aliena Zhiras, l’ex militare Goraz e la scienziata Tori. Questo gruppo di persone cercherà di costruire, grazie al progetto di Mozok, l’arma che servirà per combattere contro gli Ignoti. Ma prima dobbiamo porci una domanda:

Cos’è successo dal giorno dalla fusione?

Sulla Serraglio che si è fusa con la città di Odessa non c’era solo Mozok, ma anche altre specie aliene che erano state catturate dagli Ignoti. Questi daranno il via a una convivenza con gli abitanti del luogo, cosi da creare Nuova Odessa. Inoltre la città è stata ricoperta da una cupola – creata da Mozok stesso –  che ha fermato il tempo al di fuori di essa ma all’interno il tempo continua ad andare avanti, cosi che questo piccolo gruppo di eroi possa essere in grado di costruire l’arma prima dell’arrivo degli Ignoti.

Leggendo questi 6 albi, questo gruppo si troverà di fronte varie minacce, come i Sermoth, che non sono altro che i carcerieri della nave. Oltre a tutto questo e a varie avventure che vi porteranno a scoprire tutti i luoghi che compongono Nuova Odessa, ci sono anche ricorrenti flashback che vi porteranno nel passato di ognuno dei membri del gruppo cosi da riuscire a conoscere molto di più di loro.

Questo vi aiuterà a comprendere l’opera nel complesso e ad avere un quadro chiaro sul cosa sia Nuova Odessa, chi la abiti, chi la governi e cosa succeda per le sue strade.

Quest’opera possiamo definirla davvero una scommessa per la Bonelli, che propone un qualcosa di diverso dai suoi soliti standard. Innanzitutto va riconosciuto il fatto che quest’opera sia interamente a colori.

Dopo aver letto questi primi sei volumetti si può notare che siano molto più un incipit alla storia che ancora deve realmente cominciare. Con quest’arco narrativo si sono gettate le basi, facendo conoscere al lettore tutte le dinamiche che si sono create all’interno della città, i suoi abitanti e cercando di dare un quadro complesso. Non mancano certamente, in ogni albo i momenti avventura e di azione, che cercano di dare un contentino al lettore, facendo crescere la sua voglia di saperne di più su questo universo. Nel complesso, la storia si regge sulle sue gambe e sembra avere dei buoni spunti per un buon sviluppo di trama. Un problema nella trama si riscontra sul ritmo di quest’ultima: avvolte troppo lenta oltre ad essere ripetitiva in alcuni punti, che fanno cadere quest’ultimi nel banale.

Artisticamente, il fumetto non esce totalmente dai canoni Bonelli. Il tratto è ben marcato caratterizzando al meglio ogni personaggio, rendendo l’opera davvero completa e avvincente. Sicuramente, la cosa che colpisce di più sono i colori. Sembrano esser stati creati per questa storia. Li dove alcune volte le parole non arrivano ci sono i disegni che la fanno da padrone.

Questo primo ciclo narrativo – come tutta la storia  – vuole trasmettere un messaggio, come in tutti i fumetti Bonelli, come Tex e Zagor, sempre alla difesa dei più deboli o delle minoranze. Questa volta si parla di accoglienza e di convivenza con chi è diverso da noi stessi, in questo caso vari tipi di specie aliene.

Da pochi mesi a questa parte è cominciato il secondo ciclo di Odessa, che si intitola ‘’Rivelazioni’’, che noi di PlayGamesItalia vi porteremo tramite la nostra recensione.

VOTO

⇓ ⇓ ⇓ ⇓ ANTEPRIMA ⇓ ⇓ ⇓ ⇓

(compralo su Amazon.it il n.1) (compralo su Amazon.it il n.2) (compralo su Amazon.it il n.3)

(compralo su Amazon.it il n.4) (compralo su Amazon.it il n.5) (compralo su Amazon.it il n.6)

  • ODESSA

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine social su Facebook Playgamesitalia e su InstagramTwitter Telegram per non perdervi mai nulla!