Crea sito

Samuel Stern 2: Il Mausoleo Nero – Recensione

Samuel Stern 2: Il Mausoleo Nero

Continuano le avventure di Samuel Stern, il primo fumetto seriale della casa editrice italiana Bugs Comics. Nello scorso episodio avevamo visto chi fosse Samuel (qui la recensione del primo numero) e cosa fosse capace di fare.

Il titolo, di questo nuovo volume,  “Il Mausoleo Nero” (in uscita 27 dicembre) e fa riferimento ad una specifica cappella del cimitero di Edimburgo, Greyfriars Kirkyard. La vicenda si apre con una spiegazione storica, facendoci un riassunto su cosa sia successo proprio in quel cimitero e perché sia cosi famoso. 

Re Carlo I, durante la sua epoca, promulgò il libro delle preghiere comuni, e visto che la Scozia era sotto il suo dominio, il popolo doveva sottomettersi a questo nuovo testo. Però non fu così, poiché la Scozia era fortemente presbiteriana, iniziò una rivolta nei confronti degli ufficiali del re, tra questi vi era sir George Mackenzie. Quest’ultimo fu giudice e lord avvocato di sua maestà, inoltre represse con la forza tutte le proteste e per le sue atrocità fu soprannominato ‘’Bloody Mackenzie’’. Fu sepolto proprio nel Mausoleo Nero. Uno dei terreni di scontro fu proprio quello in cui oggi sorge il cimitero di Edimburgo.

Questo possiamo dire essere il preambolo che ci viene fornito a livello storico, per proseguire la storia che continuerete a leggere.

Cosa succede ad Edimburgo che desta le attenzioni del protagonista? Varie persone, tra curiosi e passanti, che sono entrati all’interno del cimitero, sono stati sfregiati, attaccati e danno la colpa a lui: Bloody Meckenzie. Così Samuel e il prete, chiamati dalla direzione del cimitero, iniziano ad investigare, partendo dall’ultimo Ghost Tour che ha visitato questo luogo. In queste persone, Samuel non vede nessun demone, quindi sembra che queste siano state soltanto influenzate dal luogo in cui si trovavano, anche se qualcosa sotto c’è. Infatti, una coppia è stata attaccata in casa, tanto che il ragazzo fu quasi ucciso.

Nella storia ci vengono presentati altri personaggi, come, ad esempio: Penny, un’amica di Samuel appassionata di meccanica, e il professor Quincey, appassionato di demoni. Quest’ultimo proverà ad esorcizzare questo misterioso demone, ma senza ottenere dei risultati, infatti, aprendo la cappella di Mackenzie usciranno solo delle ”larve’’. Ovviamente il resto potrete scoprirlo leggendo Samuel Stern 2!

Come secondo episodio, risulta essere abbastanza fluido, con un buon ritmo della storia. La trama non è del tutto scontata, in quanto sono presenti interessanti colpi di scena e un filo conduttore che prosegue in sottofondo. Questi elementi fanno sorgere delle domande al lettore, tipo: Chi era Samuel Stern? Cosa faceva prima di fare l’esorcista? Cosa è successo a sua moglie? Perché sua figlia si trova in un orfanotrofio e non lo conosce? Tutte domande che per ora non hanno risposta e che spingono il lettore a continuare a leggere per sapere cosa sia successo, oltre ad assaporare in ogni episodio le avventure che lo terranno occupato.

A livello artistico, i disegni accompagnano molto bene la storia, rendendo, anche se in bianco e nero, le azioni, anche quelle splatter, decisamente realistiche e avvincenti. I tratti sono sempre ben definiti e marcati, con particola attenzione ai volti.

Questo è tutto per il secondo numero di Samuel Stern 2: Il Mausoleo Nero, aspetteremo il prossimo numero per sapere come andrà avanti la storia e per qualche altro assaggio delle abilità di Samuel.

VOTO

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine social al Facebook Playgamesitalia e su InstagramTwitter Telegram per non perdervi mai nulla!!!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.