Crea sito

Terminator 35°anniversario – Recensione

Grazie a SaldaPress l’attesa di vedere sul grande schermo “Terminator Dark Fate” si fa più dolce. Ebbene si, dal 26 settembre potrete finalmente toccare con mano “Terminator 35° Anniversario”, un bellissimo volume di 160 pagine tutto da gustare. La Cover è geniale, realizzata in grigio metallo come a ricreare la lega di un cyborg di Skynet con grandissima attenzione al dettaglio, un cartonato da collezione!

Dopo il grandissimo successo ottenuto nel 1984 del film “Terminator” che vedeva protagonisti due giovani Arnold Schwarzenegger e Linda Hamilton (entrambi saranno protagonisti nel film in uscita al cinema), in America venne pubblicato a cura di Dark Horse un ipotetico sequel a fumetti. Al compimento dei suoi 35 anni, sbarca in Italia grazie a SaldaPress in un unico volume che contiene le storie “TEMPESTA” – scritta da John Arcudi e disegnata da Chris Warner e Paul Guinan– e “UN SOLO COLPO” –scritta da James Robinson e disegnata da Matt Wagner – Le ultime pagine ci regalano delle tavole tutte da contemplare.

Immagine

Le due storie si collocano temporalmente prima di ogni sequel che ci sia stato sia a livello cinematografico che seriale.

Il primo racconto, Tempesta, è ambientato temporalmente subito dopo gli avvenimenti del film del 1984.   John Connor invia nel 1990, un plotone con lo scopo di far fuori il dottor Hollister, ossia colui che creò Skynet e lo avviò.  Come la storia ci insegna, sfortunatamente, dei Terminator raggiungono il gruppo con la missione opposta: proteggere il dottore e sterminare ogni ribelle.

I disegni che ci accompagnano in questa avventura sono marcati e decisi, con grande cura dei dettagli. Ogni personaggio sprigiona forza e determinazione e trasudano proprio di anni ’80. Ci sono campi e controcampi che riempiono gli occhi e conducono i battiti del nostro cuore a colpi di scena da cardiopalma. Parola dopo parola l’azione scorre come un fiume in piena sotto il fluire delle pagine e la curiosità di sapere cosa accadrà se… o cosa ci sarà dietro la vignetta successiva, fa fluire il tempo, e in un battito di ali si è alla fine della storia. Con un’insensata nostalgia si passa alla storia successiva. La collaborazione nata da John Arcudi (sceneggiatore) e Chris Warner ha portato alla luce un grandissimo capolavoro. L’amore verso la fantascienza e nello specifico verso Terminator e il rispetto tra i due collaboratori si respira ad ogni vignetta. Un ottimo lavoro di squadra che non ha permesso a rivalità o incomprensioni ipotetiche di rovinare un magnifico lavoro. Un’opera d’arte a tutti gli effetti.

Un solo colpo, è collocato nello stesso periodo temporale degli eventi del film ed ambientato in parte a Los Angeles ed in parte a San Fransisco. Il T-800 non è l’unico ad essere stato inviato nel passato da Skynet ad uccidere Sarah Connor, ma un altro cyborg molto determinato, dalle fattezze femminili, è sulle tracce di un’altra Connor . Tra battute di spirito, inseguimenti ad altissima velocità, momenti di apparente tranquillità e cyborg assassini, si snocciola la trama che prende vita attraverso vignette quasi acquerellati che donano un senso del movimento particolare. Contorni a volte marcati altri meno definiti, le tavole di Matt Wagner, insieme alle parole dello sceneggiatore James Robinson, ricreano una forte introspezione emotiva. Sara Connor, una delle prime più forti donne dell’universo mediatico, torna a marcare la sua risolutezza in queste pagine da gustarsi a pieno.

Due stili completamente diversi, due storie accattivanti ed adrenaliniche. Terminator 35° anniversario regala attimi di puro piacere visivo e mentale. La violenza, la crudeltà e la freddezza dei Terminator è ricreata ad hoc e non ha nulla da invidiare, anzi forse solo da insegnare, all’universo che, da quel lontano 1984, ha accompagnato almeno due generazioni amanti della fantascienza in viaggi temporali e combattimenti all’ultimo sangue.

In fine, Terminator 35° anniversario, è qualcosa di unico e sicuramente da non perdere soprattutto per i fan dei cyborg e della saga in generale. Un’opera che mette sotto una nuova luce le avventure dei ribelli e di coloro che cercano di salvare il mondo dalle macchine. Ringraziamo la saldaPress per aver dato la possibilità a noi amanti della fantascienza di immergerci in questi mondi, perché, per chi ancora non lo sapesse, questa casa editrice ha in essere anche storie del calibro di Alien, Predator, Robocop e molti altri. Inoltre, a partire da ottobre 2019 pubblicherà la serie mensile Terminator. Un’immersione totale nella fantascienza steampunk tutta da leggere e vivere.