Crea sito

To Your Eternity 1 – Recensione

To Your Eternity

To Your Eternity, edito in Italia da Star Comics, è un manga che si evolve costantemente. Un viaggio verso l’acquisizione di una consapevolezza che matura in una trasposizione emozionale senza fine. Un turbinio di sentimenti come: il valore dell’amicizia, del rispetto e dell’amore. Una ricerca costante del senso della vita. Una ciclicità che inizia, finisce e ricomincia. Breve, ma preziosa!

“Un essere immortale atterra un giorno nella tundra. In grado di mutarsi in qualunque cosa grazie alle informazioni che raccoglie dal mondo intorno a lui, assume via via la forma di ciò in cui si imbatte. Un giorno incontra un ragazzo, ma non passa molto tempo che deve separarsene. Luci, profumi, rumori, dolore, gioia, tristezza… Un viaggio in un mondo pieno di stimoli e sensazioni, attraverso una costante evoluzione.”

L’autrice, pluripremiata, Yoshitoki Ōima è famosa soprattutto per A Silent Voice, un manga che parla delle vicissitudini e situazioni di Shoya Ishida, un ragazzino delle elementari, vivace e iperattivo che passa ogni giorno con i suoi amici, sempre alla ricerca di nuove sfide d’affrontare. Infatti il suo motto, preso in prestito, sarà: “La vita è una sfida contro la noia”… Qui invece, Ōima, torna a emozionare e commuovere con un’opera che parla di vita, morte e umanità.

Non c’è fine senza inizio

E proprio su un certo tipo di imprinting che questo primo numero si presenterà a voi tutti. Una serie di forme e gradi dove tutto sarà connesso. Sulla parola “connesso”, come un perno, “gireranno” i 4 capitoli a strati che si suddivideranno a loro volta. Ovviamente si intrecceranno e vi colpiranno, con un diretto, dritto allo stomaco.

Sin dalla prime pagine vi sarà chiaro che l’ambientazione dell’opera gira attorno ad un mondo duro e senza pietà. Succedono cose molto tristi che vi faranno provare una serie sproporzionata di emozioni dove e se, vi capiterà di commuovervi, tranquilli, sarà tutto normale! Fortunatamente l’opera possiede anche il rovescio della medaglia che potremmo definire come un’innocenza infantile che arricchisce positivamente tutto il comparto narrativo e visivo, rendendolo costantemente incantevole. Giusto evidenziare che, non è tutto “destino” e “oscurità”.

Quest’essere immortale, che inizialmente vedrete sotto forma di entità sferica, viene posta misteriosa su una presunta terra. Questo perchè non è chiaro che la sfera sia realmente sulla “nostra” terra in quanto non c’è, almeno inizialmente, una collocazione temporale o geografica ben definita che vi potrà dare un’idea ben precisa.

Quello che saprete quasi da subito è che la sfera può prendere la forma di ciò che vuole fintanto abbia stimoli e il desiderio di imparare. La sfera non acquisisce alcuna intelligenza, di per sé, della forma che assume. Sarà una pietra , con il trascorrere del tempo e abituandosi all’ambiente che lo circonda, diventerà muschio per poi diventare un lupo ferito che scorge con il fioccare della neve. Qui, entrerà per la prima volta in contatto con il dolore, aprendo le porte a quelle che noi definiamo sensazioni. Non è facile parlare di questo racconto senza svelarvi troppo. Per tanto mi fermo qui.

Uno dei tanti aspetti interessanti di To Your Eternity 1, escludendo per un attimo il fatto che non sia chiaro chi o cosa abbia posto sulla terra questa sfera e quale siano i suoi intenti, sarà proprio la purezza di questa entità. Come un bambino che muove i primi passi dovrà apprendere anche le cose più banali. E comprendere il senso di qualcosa, sarà la frase chiave. E si sa, per un bambino è tutto relativo! L’importante è sollevarsi da terra e vedere tutto da una nuova e inedita prospettiva.

In ogni cosa che finisce c’è l’inizio di qualcos’altro. La morte non è in opposizione alla vita, non c’è dualità in questo, come invece molti pensano. La morte è complementare alla nascita. Dove c’è la nascita c’è anche la morte, e la vita include tutto questo. Ma è nel mezzo che troverete To Your Eternity e sarà li che farà la differenza.

L’impatto artistico è incantevole. I tratti si polarizzano meravigliosamente in concomitanza a quelle che saranno le emozioni della storia fortificando, ancora una volta, con: commozione, eccitazione, impressione, trepidazione, turbamento, freddezza, impassibilità, imperturbabilità, tristezza, malinconia e quant’altro. C’è davvero tutto. La cura editoria è impeccabile. Dalla copertina (sovraccoperta) meravigliosamente colorata, alla stampa ben curata. Insomma grande autrice, grande manga, grande Star Comics.

In conclusione, questo primo volume, è un introduzione che racconterà delle prime esperienze di quest’essere puro in tutti i sensi. Certamente un manga molto interessante e in continua evoluzione. Possiamo solo immaginare che tipo di esperienze avrà e vivrà negli anni, nei decenni, nei secoli e nei millenni a venire, vista la sua immortalità.

La moltitudine di emozioni e la profondità che proverete in questo primo volume sono infinite, soprattutto se vi fermerete a leggere tra le righe. È un manga che vi farà pensare ai personaggi e li svilupperà dentro di voi oltre l’uso comune della parole (scritte), ma soprattutto tramite le situazioni che vivono. Vi verrà raccontata una storia in modo tale che la vostra immaginazione formuli un retroscena per essa, ma lo farà con rispetto laddove confina anche la vostra di immaginazione, all’interno di un parametro prestabilito senza mai eccedere.

Un restituire al lettore un esperienza unica che parla di vita. Dall’inizio alla fine, dalla nascita alla morte, visto dagli occhi di qualcosa che non sa nulla della vita. Un percorso di lettura, dai disegni bellissimi, che vi porterà ad una trasposizione di ricerca emozionale dove tutto è nuovo e inconsapevolmente lucente di vita.

VOTO

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine social al Facebook Playgamesitalia e su InstagramTwitter Telegram per non perdervi mai nulla!!!